Bambocci

8 11 2007

Dice che in Transpollinia quelli come me li chiamano bambocci. Lo diceva oggi lo zio Beppe al bar Italia, che li chiamano bambocci perché stanno con mammasa e pattrisa, e dice che sono in tanti. Io ci ho detto che in Cispollinia non siamo in tanti, ma in tutti, anche se stiamo quasi tutti più al bar Italia che con mamma e papà.





Due fampaluci

29 10 2007

Dice che in Transpollina sui blogghi c’è una che si sente giù di morale e quindi fa i dispetti agli altri. Qui in Cispollinia se uno fa così gli tiriamo due fampaluci che la voglia ci passa in cinque minuti. Di quelli con la scintilla, però.





Detersivo e sciampo

25 10 2007

Dice che in Transpollinia sui blogghi spesso fanno le risse. Dice che queste risse stavolta ci sono state perché uno ha sfottuto un Detersivo che parlava di un Sciampo per bimbi.





Con tranquilità

24 10 2007

Dice che in Transpollinia la gente sui blogghi ci scrive una volta al giorno. Qui in Cispollinia le cose le prendiamo con più tranquillità, che ste cose poi ci mettono l’ansia.





Miracolo

16 10 2007

Dice che fuori della Transpolliinia il fuoco diventa come Papa Giovanni. Dice che questo è un miracolo. In Cispollinia le nuvole diventano di tante forma. Una volta ho visto Che Ghevari, ma nessuno ha detto che era miracolo.





Nobbel

12 10 2007

Dice che in Transpollinia, e anche fuori della Transpollinia, il premio Nobbel per la pace l’ha vinto Goro. Minchia, ho pensato, ma se è brutto e cattivo? Allora a me mi devono fare papa.





Sera

10 10 2007

Dice che in Transpollinia la gente la sera esce si diverte e incontra le persone. Qui in Cispollinia, quando va bene, la sera, dopo che chiude il Bar Italia, al massimo incontriamo qualche posto di blocco della polizia o dei carabinieri. Anche dei finanzieri. Non dei pompieri. Però in Cispollinia se la mattina vai davanti al tribunale c’è un sacco di gente. Anche tante cispolline eleganti.